itafarzh-CNzh-TWenfrdejaptruesuk

Chirurgia Video-Laparoscopica

 

Le tecniche di Chirurgia Video-Laparoscopica, che impiego ed insegno, permettono di eseguire interventi chirurgici nella cavita' addomino-pelvica, senza accedervi attraverso le classiche, ampie incisioni ed aperture addominali.


Attraverso piccole incisioni cutanee di 3-5 millimetri si possono introdurre gli strumenti chirurgici. Mediante un’ottica tubulare con diametro di 3-5 millimetri, collegata ad una videocamera ad alta definizione, e’ possibile l’acquisizione, la magnificazione delle immagini intra-addominali ed il loro trasferimento su monitors.
E’ quindi possibile operare dall’esterno del paziente, avendo una perfetta cognizione delle manovre chirurgiche che si stanno eseguendo nella cavita’ addomino-pelvica, attraverso l’osservazione delle immagini interne proiettate all’esterno sui monitors. Gli strumenti chirurgici sono tubulari, con un minimo diametro variabile tra i 2,3 ed i 5 millimetri. L’ausilio di strumentazione all’avanguardia, come gli ultrasuoni, la radiofrequenza, le suturatrici meccaniche, l’ecografia intra-operatoria con sonda laparoscopica, viene finalizzata ad una precisa valutazione e preparazione dei tessuti, ad una sezione-sutura ed anastomosi e ad un controllo accurato dell’emostasi intra-operatoria, amplificando lo standard di precisione e sicurezza dell’intervento chirurgico.

La tipologia di interventi chirurgici che eseguo con tecniche di chirurgia video-laparoscopica e mini-video-laparoscopica prevedono il trattamento di:

- ernia iatale e malattia da reflusso gastro-esofageo
- neoplasie  dello stomaco
- riduzione del volume gastrico per obesità
- malattia metastatica del fegato
 (resezione o ablazione delle metastasi)
- calcolosi della colecisti
  (tecnica con posizionamento estetico dei punti di  ingresso dello strumentario)
- malattie della milza
- malattie del sistema urinario
- neoplasie del rene
- neoplasie del surrene
- malattie dell’appendice
- malattia diverticolare del colon
- neoplasie del colon
- neoplasie del retto con il risparmio dello sfintere anale
- difetti della parete addominale: ernie e  laparoceli
- diastasi dei muscoli retti dell’addome
- ernia inguinale, ernia crurale
- malattie dell’utero e delle ovaie
- endometriosi
- neoplasie della prostata.

Sottoporsi ad un intervento in video-laparoscopia, in alternativa ad una chirurgia tradizionale, comporta inequivocabilmente beneficio e numerosi vantaggi:


-  riduzione al minimo del traumatismo chirurgico parietale (le incisioni chirurgiche possono variare dai 2,3 millimetri ai 12 millimetri)
-  migliore visione nell’addome superiore sotto-diaframmatico e nella regione pelvica con maggior accuratezza operatoria
-  preparazione dei tessuti con minima perdita di sangue
-  riduzione  dell’immunodepressione post-operatoria
-  minimizzazione del dolore post-operatorio
-  diminuzione dei tempi di ricovero
-  rapido ritorno alle quotidiane abitudini di vita
-  tutela del risultato estetico in assenza di punti di sutura nelle minime incisioni cutanee.

 

 

Slide item 1
Slide item 2
Slide item 3
Slide item 4
Slide item 5
Slide item 6
Slide item 7
Slide item 8